Hic sunt leones

Play hard, play smart, play to win.....

Seguici su Facebook

Diversi mesi fa abbiamo aperto il gruppo ASA Basket su Facebook. Una possibilità che i grandi Social Network mettono a disposizione per mettere in vetrina le proprie attività e le proprie passioni. 
Diventare fan ovviamente non ha nessun costo; è un semplice attestato di stima nei confronti del lavoro svolto dalle persone che girano intorno al mondo ASA
Che stai aspettando?
Diventa anche tu fan di ASA Basket

Aquilotti - Report Completo Torneo Città di Trento

13/12/2017

Discreta prova al torneo di S. Lucia di Trento con un onorevole 3° posto.

E così chiudiamo con una medaglia di bronzo la bella esperienza di questo weekend a Trento nel tradizionale torneo di S. Lucia, coniugando basket e mercatini natalizi …
Un piazzamento che ci lascia un gusto metà dolce e metà amaro. Il dolce è dato da 3 belle prove, convincenti e grintose. L’amaro è non essere riusciti a giocarci alla pari anche la 4ª partita, quella che ci ha precluso la finale. Andiamo con ordine.
Ci prendiamo la mattina di sabato per giungere a Trento con la dovuta calma, prendere possesso dell’hotel per poi dirigerci ad un orario incredibile al self-service per il pranzo. Purtroppo il 1° impegno sarà alle 14h30 quindi per non rischiare di provocare guai ai nostri atleti cerchiamo di concedergli più tempo possibile per la digestione …
Giochiamo il torneo presso il bell’impianto situato a Gabbiolo, nella scuola media (!) “Pascoli” sede della società del Villazzano. Oltre a Ciro e Luca non fa parte della truppa anche Chicco, bloccato all’ultimo da un malanno di stagione, ma siamo comunque in 13 quindi uno a turno resterà a riposo potendo mettere al massimo 12 giocatori a referto.
La prima sfida è contro Ozzano, periferia di Bologna. Davide il giocatore a riposo. Il primo quartetto (Ste, Salvo, il Principe e Rosa) parte a razzo, quasi a scacciare i demoni che hanno in corpo e, data anche la poca resistenza trovata, i nostri avversari vengono travolti senza storia. Finirà 20 a 6 e sembra tutto facile. Il secondo quartetto invece fa più fatica del previsto ed il gioco non gira così bene come nel 1° tempo. Soprattutto in difesa Meg, Edo Giulio e Dobby soffrono oltremodo ed in attacco non si riescono a mettere punti di distanza dagli avversari procedendo per tutta la partita punto a punto. Alla fine chiuderemo con tanti falli sul groppone (Edo 4) e un punto più di loro, 8 a 7, con saggia gestione del pallone nelle ultime fasi di gioco. Nella 3ª frazione purtroppo, come capita sovente, il quartetto schierato (Andrea, Chri, il Milite e Tobia) resiste ben poco agli assalti degli emiliani che dominano ogni parte del campo e del gioco infliggendo un sonoro 16 a 2 ai nostri malcapitati e lasciando un Chri semimorto sul parquet. A metà incontro siamo avanti 2 a 1 nelle partite e solo 30 a 29 nei punti. Si ricomincia la 2ª parte di gara con Dobby, Ste, il Principe e ancora Chri (quel che resta). I ragazzi partono decisi come in precedenza, ma non altrettanto convinti e determinati e così prima di sbloccare il risultato, pur dominando, sbagliano tantissimo sia nei tiri che sotto canestro che nei passaggi. Si arriva pure ad essere sotto di 4 a 1 prima di riprendersi, dopo un time-out chiamato da l’Ale a metà tempo, e mettere un filotto di 10 punti per chiudere il discorso 11 a 4. Ok il più è fatto, manca l’ultimo sforzo … e così Giulio, Meg, Salvo e Rosa non si fanno pregare e senza sosta infilano un canestro dopo l’altro arrivando a mettere 22 punti e subendone solo 2. E’ fatta. Concludono il confronto Andrea, Edo, Tobia e il Milite che però, come prima, subiscono a loro volta una pioggia di canestri senza riuscire ad opporre una valida resistenza. Alla fine dei 6’ saranno così 20 per l’Ozzano e 1 solo per noi grazie ad un tiro libero realizzato da Tobia. Troppo poco.
Si chiude così il primo incontro 14 a 10 con 4 vittorie e 2 sconfitte, 64 punti fatti e 55 presi. Vale la pena sottolineare la nostra quantità di falli (ben 30) a dimostrazione della tensione nei nostri ragazzi e del livello di combattimento nella partita.
Non c’è neanche il tempo di rifiatare che abbiamo subito il 2° incontro di giornata, una nostra conoscenza, ovvero il Basket Seregno. Non è lo stesso Seregno battuto nel girone del torneo Mariani (era il 2008) ma sarà quello che se la giocherà con noi tra qualche settimana nel campionato competitivo provinciale, quindi un bel po’ di timore nei ragazzi c’è e si percepisce. Inoltre la squadra brianzola è accompagnata, in qualità di vice coach, da una nostra “vecchia” conoscenza, Gianni, che sa pregi e difetti di ogni nostro giocatore. Speriamo bene …
Riposano il Milite e Tobia (11 a referto!) e cominciano la sfida Edo, Ste, Meg e la Rosa. Che le cose sono cambiate lo si percepisce subito: in un paio di minuti, a causa di leggerezze difensive, siamo sotto di 6 a 0. La squadra resta compatta e reagisce bene, riuscendo, piano piano a risalire, impattare e pure a mettere il naso davanti (7 a 6 a – 2’20”). Non si riesce però a conservare l’attenzione necessaria in difesa così Seregno scappa via nuovamente ed il recupero diventa più difficile. Finisce per loro 12 a 9. Nella 2ª frazione Salvo, il Principe, Chri e Giulio fanno fatica a trovare il bandolo della matassa e per 3’ la partita resta in equilibrio con possibilità per l’una e per l’altra squadra anche se loro sembrano giocare meglio ed infatti vanno avanti con un tiro libero. Però sono Giulio e Chri a reagire e mettere a referto 4 preziosi punti che verranno poi difesi coi denti per chiudere 4 a 1 e pareggiare i tempi. Nel 3° periodo sono di scena i fratelli Cuzzilla (2ª di Salvo), Davide e Andrea contro un quartetto del Seregno con 3 ragazzi davvero alti. Sembra andare male perché si soffre in difesa e le loro ripartenze fanno male invece un super Dobby ci fa sognare infilando 2 volte la retina con spettacolari lay-up e mettendo un tiro libero. Agli avversari solo lo spazio di un tiro libero e nulla più. Pur soffrendo i nostri meritano alla grande la vittoria per 5 a 1. A metà gara siamo avanti 2 a 1 nelle partite e 18 a 14 nei punti. Non c’è da stare allegri: il Seregno sembra una tigre pronta all’agguato. Allora la nostra coach pensa bene di stanare la tigre e rivoluziona i quartetti in campo inserendo, nel 4° periodo, Davide, Edo, Andrea e Chri. La forte formazione brianzola messa in campo passa subito avanti ma non ci facciamo intimorire e lottando con Chri si pareggiano i conti. La squadra sciupa qualche occasione favorevole e alla lunga si spegne e paga a caro prezzo errori stupidi e banali e poca intensità difensiva, lasciando spazi agli avversari che allungano per il risultato finale di 7 a 2 per loro che riportano così la partita sul 2 pari. Ste, la Rosa, il Principe e Meg hanno il compito di sistemare le cose e la partita inizia a 200 km/h da una parte all’altra con il Seregno che mette per primo il naso davanti ma viene subito recuperato dai nostri e per buona parte di gara si resta ancorati sul 3 pari. I nostri giocano proprio bene e riescono a dare una spallata all’incontro con un doppio canestro Rosa/Ste per poi controllare egregiamente la partita che si riaccende nel finale con il canestro del Seregno per il 7 a 5 che viene subito ricacciato a – 4 per il definito 9 a 5. Frazione tirata e combattuta che i nostri hanno condotto davvero bene con personalità e determinazione. Bravi! Andiamo così sul 3 a 2 … uff … Ultima fatica nelle mani di Giulio, Salvo, Dobby e del Principe (al 3° tempo) che entrano in campo con una grinta e determinazione esemplare e fin dalla prima palla a due macinano gioco e punti in abbondanza. E’ un tempo a senso unico nel quale Giulio la fa da padrone (12 punti!) ma nella quale la cosa che più impressiona è l’energia positiva che i ragazzi sprigionano e che ci raggiunge sugli spalti. Vederli in questo stato è davvero una delizia per gli occhi e lo spirito. Grandi! Il tempo finisce così senza storia per 20 a 2.
Anche il secondo incontro termina 14 a 10 con 4 vittorie e 2 sconfitte, 49 punti fatti e 28 presi. Scendono a 20 i falli fatti segno di maggior attenzione e meno aggressività in difesa.
Siamo così in semifinale, domattina, con non sappiamo chi. Finendo l’incontro relativamente presto con i ragazzi ci concediamo una meritata passeggiata nel cuore di Trento tra i mercatini per festeggiare la giornata, regalarci una pausa di relax e fare qualche regalino. Ancora qualche foto tra le casette ed in piazza del Duomo con il termometro vicino allo 0°C, poi di nuovo a cena prima di una serata rilassante con i ragazzi nelle camere a vedere tv o giocare tra di loro. Domani sarà un’altra giornata di agonismo e lotta, con i migliori del torneo.
Ci rivediamo domenica mattina non troppo presto dopo un bel sonno rigeneratore che ha consentito ai nostri atleti di riprendersi alla grande dal doppio impegno del precedente pomeriggio. Una lauta colazione e poi via, si recuperano le borse, si chiudono le stanze e ci s’invola ancora al campo del Villazzano dove alle 11h00 giocheremo la 2ª semifinale in programma. Sarà contro un pezzo grosso, una squadra che incontreremo a breve nel precampionato competitivo nella fase di qualificazione: il basket Agrate, noto anche come i canarini di Agrate per il colore giallo intenso delle loro maglie. Sarà dura …
Nella semifinale in corso quando arriviamo all’impianto se la giocano San Vito (Trieste) contro Sommacampagna (Verona), due squadre che, vedendole giocare, sembrano alla nostra portata. Dopo 6 combattuti tempi accede alla finale S. Vito che sfiderà la vincente della nostra partita: speriamo davvero di riuscire a superare Agrate perché il risultato dell’eventuale finale sarebbe davvero aperto …
Giochiamo ancora in 11 (!): Tobia e Andrea siedono in panca. I primi a scendere in campo sono Chri, Ste, Dani 08 e Meg. L’inizio è promettente, sembriamo in grado di giocarcela ma teniamo solo 1’ poi piano piano la partita acquista spessore a vantaggio dei canarini che dopo il primo canestro piazzano il secondo e poi il terzo … dopo 2’ Alessandra chiama il time-out per svegliare i ragazzi: c’è bisogno di una scossa o finisce male. I nostri ci sono ma loro hanno qualche elemento in più: ottima difesa sugli uomini, buona corsa, passaggi e tiri precisi e altezza nei rimbalzi … siamo spacciati … Al rientro la squadra è più grintosa e determinata e si spinge con più decisione ma le loro difese sono precise e le ripartenze micidiali: ne prendiamo un altro in contropiede e sotto canestro soccombiamo altre 2 volte. Con ancora un minuto da giocare siamo sotto 12 a 0. Altro time-out. Loro già sazi e noi troppo rinunciatari il tempo si conclude ancora con lo stesso punteggio. Così non va bene, non c’è stata partita.
Nel 2° periodo è la volta di Giulio, il Principe ed i fratelli Cuzzilla. L’inizio è promettente, creiamo alcune occasioni, la partita sembra più aperta. Dopo 30” i gialli hanno 2 tiri liberi ma lo score resta a 0. Noi arriviamo diverse volte al tiro ma un po’ la sfortuna, un po’ l’imprecisione dobbiamo attendere 2’ prima che il Principe infili i primi 2 punti. A metà tempo si chiama time-out. Rischiamo un po’ in difesa ma corriamo tanto e questo tempo sembra davvero alla nostra portata. Al rientro avviene, incredibilmente, un auto-canestro dei canarini che ci regalano così il doppio vantaggio (4 a 0). Poco dopo Salvo allunga di più (2’30”) e ancora a – 1’40”. Loro sono oramai in bambola e noi realizziamo con il Principe il + 10. Chiudiamo in scioltezza e senza affanni questa frazione, dove Agrate si è dimostrato inferiore e noi abbiamo sfoderato una bella reazione.
Con il terzo periodo vediamo Edo, Dani 07, Davide e … Alessandra ci tiene in sospeso parecchio prima di decidere chi mandare in campo per la 2ª volta. Forse un po’ d’indecisione, forse un po’ di tattica, … alla fine la scelta va su Meg. Già dall’inizio si vede come sarà il tempo: loro belli carichi e aggressivi, noi difesa disordinata e approssimativa. Dopo 30” arriva il primo punto dei canarini, grazie ad un tiro libero. La nostra reazione è impalpabile, con tentativi di tiri impossibili … 30” e arriva il 2° punto avversario ancora da tiro libero (2 a 0). Facciamo confusione, non stiamo giocando … Ale vuole sistemare le cose e chiama TO a – 4’00”. Al rientro non cambia la musica, tanti errori, molte superficialità. Arriva il loro 4° punto (- 3’10”). Ancora i gialli protagonisti nei contropiedi, sotto canestro e infilano anche il 6° punto (- 2’35”). I nostri ragazzi abbozzano una reazione che non frutta nulla. La partita è oramai andata e pochi secondi dal termine i gialli ci castigano per l’8ª volta. Noi al palo.
A metà incontro la situazione è critica: sotto di 2 a 1 e di 20 punti a 10. Occorre un miracolo, qualche magia, un esorcista …
Rientrano Ste, Meg (e 3), il Principe e Dani 08. Auguri ragazzi! L’inizio, come per il 1° tempo, è aperto ed equilibrato: occasioni noi (con Dani 08) occasioni loro, errori noi ed errori loro. Sino ad una svista in difesa che lascia aperto il passaggio per il vantaggio brianzolo (4’30”). La reazione c’è ed è immediata ed una bella entrata del Principe ci porta sul 2 pari (3’50”). A seguire subiamo un tiro libero di Agrate ma con una bella e prolungata azione firmiamo il sorpasso grazie ad un lay-up di Dani 08 (4 a 3 a – 3’00”). Passano pochi secondi ed il piccolo Dani ha nelle mani la palla dell’allungo (chissà …) ma la palla rimbalza 2 volte sul ferro prima di uscire. I canarini spingono per risalire ma i nostri tengono bene anche se facciamo fatica a ripartire a causa di banali errori nei passaggi o nei palleggi. A 2’00” dalla fine 2 tiri liberi del loro giocatore migliore (n. 50) si trasformano in un punto e sul secondo tiro il rimbalzo viene raccolto dallo spilungone di turno che infila il canestro senza pietà. In pochi secondi siamo passati sotto 6 a 4. La partita è ancora lunga, dobbiamo crederci. A meno 1’30” Ale chiama TO. Al rientro subiamo subito l’8° punto e questo ci spezza le gambe. Si continua a sperare e a spingere ma un po’ di sfortuna ci nega quei canestri che ci servirebbero per rientrare in partita e così Agrate porta a casa la 3ª vittoria con questo 8 a 4. Peccato, abbiamo avuto l’occasione, ghiotta, di riaprire il match ma non siamo stati capaci, nel momento migliore, di affondare il colpo e mangiarci i canarini.
Quinto periodo giocato da Davide, Edo ed i fratelli Cuzzilla ancora insieme. L’avvio non è dei migliori ed in poco tempo Agrate va 2 volte in lunetta, segno che loro sono aggressivi e determinati e noi un po’ rozzi in difesa. Su 4 tiri liberi fortuna nostra che ne entra solo uno … Ma da parte nostra non c’è spazio ed energia per uscire fuori dal nostro campo e fare male, forse troppo rinunciatari. Veniamo così castigati dalla convinzione e dal pressing avversario e ci fermiamo per il time-out a – 2’27” sotto 3 a 0. Al rientro non cambia l’inerzia e nostri stupidi errori favoriscono l’allungo degli avversari che ringraziano per il 5 a 0. Ancora falli nostri e ancora tiri liberi loro. Ne entra uno e andiamo a – 6 quando mancano meno di 2’. E’ andata anche questa … Loro ancora spingono e solo quando arrivano a 8 ci lasciano “giocare” ma mancano solo 60 secondi e francamente non si può fare molto … Solo Salvo ci crede e riesce ad infilare per due volte la retina avversaria prima che la sirena chiuda questo scontro impari. Perdiamo così 8 a 4 ed anche il tram per la finale.
Il 6° tempo serve solo per la cronaca visto che i ragazzi sembrano oramai svuotati di ogni energia e di ogni fame. Giulio, Chri, Dani 07 e ancora Ste (per la 3ª volta) entrano in campo senza alcuna motivazione e dopo 30” sono già sotto di 3 (1 tiro libero + un canestro). La reazione c’è ma tanti sono i tiri sbagliati, le palle perse, i passaggi abbozzati e la disattenzione in difesa … e solo una bella ripartenza di Chri ci concede l’illusione di poter rientrare in partita sul 3 a 2 con ancora 4’20” da giocare. Si continua a correre ma a fare anche molti errori e su uno di questi un passaggio diventa assist per l’Agrate che infila il punto n. 5 (- 3’00”). Speriamo finisca presto questo supplizio … Neanche ai tiri liberi riusciamo a buttarla dentro (prima Chri e poi Ste) e loro colpiscono ancora allungando a 7. Solo la fortuna ci consente di non avere un passivo maggiore tante le occasioni non messe a segno dai canarini; a noi va bene solo un contropiede di Ste che ci regala il 4° ed ultimo punto della giornata. Fino alla fine non riusciremo più a mettere insieme nulla meritevole di nota, chiudendo mestamente il tempo sotto di 7 a 4.
La seconda semifinale è così benevola ai canarini di Agrate che ci regolano, meritatamente, 16 a 8, con 5 vittorie e una sconfitta. 43 i punti di Agrate, 22 i nostri. Loro vanno in finale con il S. Vito; noi ci giocheremo il 3° posto con il Sommacampagna nel primo pomeriggio.
Dopo un velocissimo pranzo fatto con il naso nei piatti e i musi lunghi per il dispiacere dell’incontro perso cerchiamo di guardare avanti e motivare i ragazzi per guadagnarsi un 3° posto che non è poi così male, … ma chissà cosa gli frulla nella testa a questi qui …
Ritorniamo così in campo con il pranzo sullo stomaco e certamente poca convinzione. Alessandra schiera ancora 11 ragazzi a referto, lasciando fuori Edo e Dani 07. I primi ad entrare sono i fratelli Cuzzilla, sempre assieme, Giulio ed il Principe. Partono bene i veneti andando in vantaggio ma i nostri reagiscono bene e recuperano, allungando con un doppio Giulio. Si va avanti punto a punto ma poi è Dobby che sale in cattedra siglando i seguenti 3 punti che fanno distanza (7 a 5). Chiude Giulio con un tiro libero sull’8 a 5 una partita ben giocata anche se con ancora troppi errori e la brutta abitudine di tenere la testa bassa.
Ste, Dani 08, Chri e Meg si accomodano per il 2° tempo che cominciano a razzo infilzando i blu. A metà gara siamo avanti di 2 ma dominiamo il gioco in lungo ed in largo pur con molte sviste e imprecisioni. Sotto un tifo assordante mano a mano che scorre il tempo i ragazzi trovano più fiducia e precisione ed arrivano ad infilare 9 punti, lasciando solo nel finale un tiro libero ai veneti. Finisce così 9 a 1.
Nel terzo periodo lottano Tobia, Davide, Andrea e il Principe (2° tempo) e inizialmente la partita, pur noi soffrendo, è abbastanza equilibrata. Sommacampagna passa in vantaggio e allunga, ma il Principe mette una pezza. Loro allungano nuovamente e il Principe rimette un’altra pezza. La nostra squadra dimostra di avere tanta energia ma anche tanti limiti e così loro ne approfittano per chiudere avanti 8 a 4. A metà gara siamo cosi avanti 2 a 1 nelle partite e 21 a 14 nei punti; salvo sorprese non dovrebbero esserci problemi a portare a casa il 3° posto.
Senza nemmeno fare la pausa ricominciano Chri, Giulio, Salvo e Dobby con quest’ultimo che si rivelerà determinante per il successo della frazione grazie al suo canestro iniziale e ai 2 successivi. La squadra tiene bene il campo pur sciupando una quantità indescrivibile di occasioni e di tiri e riesce a non subire il ritorno degli avversari che sul finale, con il punteggio sul 6 a 4, attaccano all’inverosimile per recuperare disperatamente, senza fare breccia, per fortuna delle nostre coronarie.
Il punto finale deve così arrivare dal quartetto composto da Meg, Dani 08, Ste e ancora Salvo (al 3° tempo) i quali entrano in campo bene, come si deve, e infilano immediatamente il primo canestro con Ste. I blu reagiscono immediatamente e si portano in parità ma i nostri trovano sempre più energia e determinazione e infilano canestri prima con Salvo e poi con Dani 08. Il time-out chiamato dal coach veneto non sortisce alcune effetto, anzi i nostri si esprimono con belle giocate in campo che consentono ancora a Salvo e Dani 08 (due volte) di chiudere definitivamente le ostilità. Solo nel finale arriva il 4° punto degli avversari che non muta lo scenario: 11 a 4 per noi e 3° posto assicurato.
L’ultima frazione della partita e del nostro torneo viene così affidata a Tobia, Andrea, Davide e Meg (al 3° tempo) che cercano fin da subito ad arginare la supremazia blu ma senza molto successo. Dopo un rapido 1, 2 eseguito dai veneti i nostri tentano di reagire e accorciano con Meg ma la fase difensiva non viene eseguita a dovere, si perdono gli uomini, si lascia spazio nelle ripartenze, si sbagliano troppi passaggi, non si salta a rimbalzo … e le conseguenze sono immaginabili, con Sommacampagna che allunga sino all’8 a 2. Poi va in scena la regola dei tiri liberi sui falli e così si aggiunge qualche punticino da una parte e dall’altra sino al finale di 11 a 3 che premia i nostri avversari. Va bene così …
4 vittorie e 2 sconfitte (14 a 10), con 41 punti fatti e 33 subiti. E’ andata ci siamo meritati questo 3° posto. Subito dopo di noi va in scena la finale, tra Agrate e San Vito ed è lampante già alle prime battute che sarà Agrate a vincere comodamente, come avverrà, con un sonoro cappotto. Ripensandoci ci viene da dire che la vera finale è stata questa mattina perché il San Vito non è sembrato così superiore a noi, anzi, … ma sono, ovviamente, discorsi da bar. Quel che resta è comunque una bellissima esperienza pur tirata e, almeno per i ragazzi, energeticamente dispendiosa. Dopo una rapida ma piacevole premiazione ci buttiamo in autostrada nella speranza di non fare rientro troppo tardi con il pensiero che va al possibile riscatto che potremo conseguire con i canarini di Agrate (al Bucum sabato 13 gennaio p.v.) e all’imminente debutto che vivremo nel campionato competitivo (fase qualificazione) con una nostra cara conoscenza: l’Aurora Desio (al Bucum mercoledì 13 dicembre p.v.). Sarà emozionante ritrovarci in questa ed altre gare a fianco dei nostri ragazzi per incitarli a dare sempre il meglio per poterli aiutare a raggiungere soddisfazioni e obiettivi sempre più impegnativi in questa delicata fase della loro crescita caratteriale e sportiva.
Un ringraziamento alla nostra coach Alessandra per il bel week-end vissuto assieme e un augurio per riuscire a preparare al meglio questa nuova esperienza che vivremo che ci metterà sicuramente a dura prova.

 

Prossimo Evento - Open Day 15 Settembre

I nostri sponsor

Link utili

Copyright 2014 A.S.Dil. ASA Cinisello Via Martinelli 1, 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel 02.6172630 Fax 02.66595209 info@asabasket.it

Visite

Finora ci avete visitato in 95529.

Sito generato con sistema PowerSport